Le mostre

Radici e Gioielli

Quando

27 Novembre 2017

Dove

Via Moscova 60 - 20121 Milano
Radici e Gioielli Roberto Vallini

C’è sempre un punto di partenza. Il viaggio verso un traguardo. Il viaggio della vita. L’albero della vita. Le sue radici. E le radici di Roberto Vallini. L’immagine del padre nel cortile della casa di montagna che lavora le radici. Questo ricordo è pieno d’amore ed è forte e deciso come un’incisione perché rappresenta l’inizio di una storia, iscrive le ragioni di una esistenza in un raccordo fra passato e presente avvalendosi dunque di simboli: l’albero, le radici. Le nostre radici.
Ma c’è un simbolismo che viaggia lungo un asse che deve tutto o quasi alla realtà. Esattamente come un padre o una madre o una città o un paese sono frutto di radici e a loro volta ne chiedono la prosecuzione e, al tempo stesso, ne impongono la realtà. È allora che la fatica del lavoro di Roberto si avvince alle emozioni più profonde scoprendo un altro amore, quello per il legno e le sue forme.
Perché non c’è soltanto il lavoro dell’estrazione, esattamente come nella vita professionale di Roberto così ricca di successi professionali, di scelte impegnative, di sfide, di confronti, di nuovi inizi che, per chi lo conosce, non sono mai stati una ragione di quiete ma, al contrario, una spinta verso nuovi traguardi. Cosicché il divenire di una radice dopo la sua estrazione e pulitura si trasforma e si modella in emozioni artistiche accese anche dalla curiosità per la riuscita di una nuova acquisizione, anche questa nel segno della poesia e della storia.
E si ritorna all’albero più simbolico di tutti, l’albero della vita le cui radici racchiudono e annunciano già quella storia che nell’emozione di chi le fa emergere e le modella come sculture, racchiude lo spirito delle scoperte, lo stupore di una creazione, l’essenza di una vicenda che è bensì personale ma anche comune, di tutti noi. La nostra gratitudine per Roberto sta in questa sua conquista, dapprima interiore poi via via regalata agli altri, e della quale ci fa partecipi avvalendosi, dopo la fatica del lavoro di svelamento, di una immagine d’arte universale come è, per l’appunto, l’albero inteso come un augurio per una vita costruita su solide radici. Le radici, le sue, le nostre.
Paolo Pillitteri sulla Mostra Radici e Gioielli

Il vernissage

Rassegna stampa